Tiziana Ciampolini

È psicologa sociale e ha conseguito il dottorato di ricerca presso il dipartimento di Economics and Management dell’Istituto Universitario Sophia. È esperta di analisi e sviluppo di contesti fragili, si occupa di implementazione di innovazione sociale in Italia e all’estero. Dirige S-nodi, agenzia di sviluppo torinese per l’innovazione contro la povertà nell’ambito del programma Azioni di Sistema di Caritas Italiana. È la rappresentante italiana nella Task Force Social Innovation and Social Economy di Caritas Europa. Ha lavorato per la Pubblica Amministrazione e il Terzo Settore occupandosi di intervento, ricerca e formazione.

Nunzia De Capite

Sociologa, si è specializzata in metodologia della ricerca sociale, occupandosi soprattutto di ricerca quantitativa in ambito sociale, educativo e sanitario. Ha svolto in passato attività ricerca collaborando con enti pubblici (Istituto per gli affari sociali) e privati (Campus biomedico) sui temi della povertà e sulla correlazione tra le condizioni socio-economiche e lo stato di salute dei bambini residenti in quartieri periferici di Roma. Dal 2006 lavora presso Caritas Italiana dove si occupa di far dialogare la ricerca sui temi della povertà e dell’esclusione sociale con la formazione degli operatori territoriali e la progettazione di interventi locali. Ha aderito al Forum Disuguaglianze e Diversità che ha l’obiettivo di disegnare politiche pubbliche e azioni collettive che riducano le disuguaglianze, aumentino la giustizia sociale e favoriscano il pieno sviluppo di ogni persona (diversità), e costruire consenso e impegno su di esse.

Maria Rita Fiasco

Dopo una carriera manageriale in grandi aziende (Pirelli e STET/Telecom Italia), nel 1996 ha fondato Gruppo Pragma, la società di cui è presidente e che è parte del sistema scientifico e tecnologico di AREA Science Park, Trieste. Da oltre venti anni opera come imprenditrice nel settore della consulenza e delle soluzioni innovative basate sulle tecnologie digitali, per la formazione, la gestione della conoscenza e la comunicazione aziendale. Da diversi anni partecipa alla vita associativa in Anitec-Assinform (l’associazione industriale del settore ICT) e in Confidustria Digitale. La sua area di lavoro riguarda “Skills per la crescita d’impresa” e segue come Comitato scientifico i lavori dell’Osservatorio delle Competenze Digitali che ogni anno viene pubblicato a cura di Confindustria, Confcommercio, AGID, MIUR.

Sabrina Bosia

Sabrina è impegnata da più di 20 anni nell’ambito finance, iniziando la propria carriera come auditor in Big 4 e successivamente in azienda, divenendo poco più che trentenne Chief Financial Officer e Consigliere di Amministrazione di realtà internazionali sempre più complesse, operanti in diversi ambiti di business. Ambiti tutti collegati da una necessità impellente di affrontare il cambiamento, non solo digitale, ma di paradigma e di visione, in modo da mettere al centro l’ambiente non solo economico, ma anche sociale e ambientale in cui la realtà è chiamata ad operare producendo inevitabilemente impatto, la c.d. “Green Ocean Strategy”. Per questo, ad una visione globale del business costellata di soft skills, si sono aggiunte le certificazioni come Digital Transforamation Officer e Value Impact Manager (o Misuratore d’impatto) che le permettono di potersi impegnare proficuamente a sostegno degli SDG’s, obiettivi appartenenti ormai a tutta la comunità finanziaria.

Francesco Di Iacovo

È professore di Economia e Politica Agraria nel Dipartimento di Scienze Vaterinaria dell’Università di Pisa dove svolge la sua attività didattica e di ricerca. È vicedirettore del Dipartimento e Presidente dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Lazio e della Toscana. Svolge attività di ricerca, in Italia e in Europa, nel campo della transizione e dell’innovazione sociale nelle campagne, concentrando il proprio interesse sui temi dell’agricoltura sociale, dell’agricoltura periurbana, della pianificazione urbana del cibo e dello sviluppo sociale nelle aree rurali. Nel campo dell’agricoltura sociale ha coordinato dal 2002 gruppi di ricerca nazionali e internazionali. Nella sua ricerca sull’agricoltura sociale lega la riflessione teorica alla costruzione attiva di concrete pratiche in campo aziendale e territoriale.

Francesca Ricciardi

È professoressa associata di Organizzazione Aziendale presso il Dipartimento di Management dell’Università degli Studi di Torino e Visiting Lecturer in “Organizations and Communities” presso l’Università di Lund, Svezia. È co-fondatrice dello Smart Commons Lab, associazione senza fini di lucro che si dedica allo sviluppo di modelli innovativi di management per il bene comune. In precedenza, ha ricoperto ruoli di ricerca e didattica presso l’Università di Verona, l’Università di Genova e l’Università Cattolica di Brescia. Ha esperienza pluriennale di docenza in diversi corsi di specializzazione e master, anche all’estero. I suoi interessi di ricerca includono le reti e le relazioni inter-organizzative, l’IT management, la trasformazione digitale e gli ecosistemi di innovazione e le nuove forme organizzative per la sostenibilità, lo sviluppo dei commons e l’economia della conoscenza. Prima di dedicarsi completamente alla ricerca e alle attività di docenza, ha lavorato come consulente nei settori del facility management e successivamente dell’executive search.

Antonio Fantasia

Segue l’implementazione del lavoro di advocacy di Caritas Europa (CE) e le strategie legate ad un mercato del lavoro inclusivo che vada dall’integrazione dei migranti, all’innovazione sociale, all’economia sociale. Si occupa del monitoraggio degli sviluppi delle politiche dell’UE, della ricerca, dell’analisi e dello sviluppo di nuove politiche. Fa parte di diversi gruppi di lavoro delle ONG che vogliono sviluppare azioni comuni di advocacy.

Cristina Viano

Esperta di progettazione e project management a livello locale ed europeo, scouting di strumenti di finanza agevolata e fondi europei diretti e indiretti, design e implementazione di sistemi informativi di monitoraggio; in particolare nel campo dell’innovazione sociale, dell’economia civile e imprenditoria sociale, delle strategie europee di innovazione nell’ambito delle “societal challenges” e dell’innovazione tecnologica. Laureata in Scienze Politiche e Cooperazione internazionale, ha lavorato come membro di staff e come consulente con S-NODI ed enti del Terzo Settore torinese, ONG e agenzie UE, aziende commerciali e start-up innovative in ambito IT. Attualmente svolge attività di project management e ricerca presso l’Università di Torino, nel campo dell’applicazione delle “new and disruptive technologies” ai processi di innovazione sociale a scala locale e urbana.

Alessia Toldo

Dottore di ricerca in Pianificazione territoriale e sviluppo locale e assegnista presso il Dipartimento di Culture, Politica e Società dell’Università di Torino. I suoi principali temi di ricerca riguardano le politiche alimentari urbane e territoriali, i sistemi alimentari, la giustizia sociale.

Tommaso Tropeano

Tommaso Tropeano è un giovane laureato in Scienze internazionali all’Università di Torino. Capo scout, appassionato di economia circolare. Tra il 2018 e il 2020 ha collaborato con S-Nodi interessandosi al processo fa bene come pratica di economia circolare con impatto sociale, economico e ambientale. Nel suo percorso universitario si è sempre interessato di economia circolare, sostenibilità e impatto sociale e con la tesi magistrale ha cercato di dimostrare e di valutare la circolarità di progetti sociali come fa bene.

Cristian Campagnaro

È Professore Associato in Design presso il Dipartimento di Architettura e Design del Politecnico di Torino, docente del corso di laurea in Design e Comunicazione visiva e coordinatore del laboratorio “Design di scenario”. Nella sua attività i temi dell’ecodesign e dei processi sostenibili incontrano quelli del design per l’inclusione sociale. Dal 2009 coordina la ricerca-azione “Abitare il Dormitorio” volta alla sperimentazione di nuovi modelli di contrasto all’homelessness, con un approccio di tipo partecipativo. Sugli stessi temi della ricerca, cura e coordina workshop interdisciplinari aperti a studenti, cittadini, comunità e soggetti in condizione di fragilità.

Patrizia Saroglia

È Senior Project Manager della Fondazione Giacomo Brodolini (FGB) e Responsabile delle attività istituzionali di Open Incet, il Centro di Innovazione aperta della Città di Torino. Da oltre 15 anni si occupa di  processi decisionali inclusivi, analisi, attuazione e valutazione delle politiche pubbliche. Nello specifico coordina progetti di assistenza tecnica, valutazione e formazione nell’ambito dello sviluppo locale e dell’innovazione aperta e sociale. Dal 2017 è la Project Manager di OIS- Open Innovation Summit, l’evento internazionale a cadenza annuale organizzato da FGB presso Open Incet. E’ inoltre Project Manager del Corso Competenze per l’Innovazione sociale rivolto a giovani e rappresentanti del Terzo Settore.  È stata coordinatrice del MAPP, Master in Analisi delle Politiche Pubbliche, COREP/Università degli Studi di Torino e del MASL, Master universitario per lo sviluppo locale del Piemonte Orientale e dal 2003 è coordinatrice del centro di ricerca di analisi politica di Torino (Lapo – Laboratorio di politiche pubbliche) dove svolge  Dal 2003 è parte del Comitato Scientifico del Laboratorio di Politiche dell’Università di Torino e nel 2009 è stata Fellow della German Marshall Fund nell’ambito del Comparative Domestic Policy Program (CDP).

Copyright @ 2019-2020 Comitato Promotore S-nodi Gabriele Nigro.
Sede legale: Via G. Collegno 38 10138 – Torino | Sede operativa: Open Incet - Piazza Teresa Noce, 17, 10155 Torino (TO)
Web design: Lossless Studio